Ricky Kak

http://www.tifomilan.it/media/galeria/67/4/4/0/8/n_ac_milan_ricardo_kaka-4888044.jpg

 

  • Numero: 22

  • Ruolo: Centrocampista

  • Data di nascita: 22/04/1982

  • Luogo di nascita: Brasilia, Brasile

  • Altezza: 186 cm

  • Peso: 83 kg

 

Ricardo Izecson dos Santos Leite - meglio conosciuto come Kak - nato a Brasilia il 22 aprile del 1982. Trequartista del Milan e del Brasile. Dal 12 febbraio 2007 cittadino italiano. Con il Milan ha vinto 1 Champion's League, 1 scudetto, 1 Supercoppa Europea, 1 Supercoppa Italiana, 1 Mondiale per Club, mentre con il Brasile ha vinto il Mondiale 2002 e la Confederation Cup 2005.

Figlio di un ingegnere civile, Bosco Leite, inizia a giocare nel settore giovanile del San Paolo, debutta il 12 gennaio 2001, a 18 anni. Il 7 marzo, in San Paolo - Botafogo 2-0, finale del torneo Rio-San Paolo, segna una doppietta. Nel 2001 gioca il suo primo campionato nazionale totalizzando 27 presenze e 12 goal. Nell'anno successivo disputa un altro campionato interstatale (7 reti e sconfitta in finale) e quello nazionale (22 partite, 9 gol). Nel 2003 disputa il campionato paulista (10 presenze e 5 goal) e colleziona 10 partite e 2 goal nel campionato nazionale. In tutto con il San Paolo conta 146 presenze e 58 goal.

Nell' estate del 2003 acquistato dal Milan per 8,5 milioni di euro su segnalazione di Leonardo. L'esordio in serie A con la maglia numero 22, avviene il 1 settembre 2003 in Ancona - Milan 0 - 2, con due assist per Shevchenko. Il 16 settembre 2003 avviene il debutto in Champion's League a San Siro nella partita Milan - Ajax 1 - 0 . Il 5 ottobre 2003 segna nel derby il suo primo goal in maglia rossonera, siglando la rete del 2 - 0.  Il 3 dicembre 2003 l'esordio in Coppa Italia contro la Sampdoria 0 - 1 per i rossoneri. Segna la sua ultima rete in maglia rossonera il 31 maggio 2009 a Firenze, vittoria per 2 a 0. Il 30 ottobre 2013 torna al goal a San Siro contro la Lazio, la sua prima rete dopo l'esperienza di Madrid.

Capocannoniere della Champion's League 2006 - 2007 con 10 goal.

Il 2 dicembre 2007 vince il Pallone d'Oro con 444 voti.

16 dicembre 2007 Campione del Mondo per Club.

Con il Milan ha collezionato 270 presenze e 95 goal. In campionato ha realizzato 70 reti in 193 partite. In Champion's League le presenze sono 58 con 23 goal. In Coppa Uefa 4 presenze.

Nell'estate del 2009 viene ceduto al Real Madrid per una cifra superiore ai 60 milioni di euro.

Il giorno 2 settembre 2013 lascia il Real Madrid e torna al Milan firmando un contratto biennale.

06.01.2014: Ricky segna il suo centesimo goal in maglia rossonera, Milan - Atalanta 3 - 0, poi arriva anche la rete numero 101.

Il 30 giugno 2014 Ricky risolve consensualmente il proprio contratto e ritorna in Brasile al San Paolo.

 

Kak: "Il mio cuore al Milan"
Kak: "Il mio cuore al Milan"
 

Ecco le dichiarazioni di Ricky a Milan Channel subito dopo la decisione di rimanere al Milan:

 

"Non voglio niente, mi trovo bene in un posto dove le persone mi stimano e mi amano e resto qui,  ho scelto io, la mia famiglia mi ha lasciato libero e non ho mai litigato con mio padre. Alla fine ha contato la mia storia, dove sono legato e dove in realt il mio cuore''.

Ho scelto col cuore come tutti mi dicevano: non una scelta economica, non ho chiesto niente.  Al Milan ci sono delle persone stupende, sia il Presidente, che ad esempio Leonardo che pi di un dirigente per me, un amico davvero. Io non ho chiesto mai aumenti e non lo far, il Milan che si sempre comportato benissimo con me aumentandomi il contratto quando volevano e per questo posso solo ringraziarli".

"Dopo la partita in tanti mi hanno sostenuto, anche disegni dei bambini, stupendo: la partita di sabato stata bellissima.  Ad esempio quando sono andato via dal San Paolo alcuni mi hanno persino contestato, qui ora sono tutti per me: sto festeggiando a casa con un paio di amici.  Io sono una persona molto credente: non sempre la strada pi logica quella che Dio sceglie per noi. Il Milan non ha mai, mai, accettato nulla: ha sempre detto di no a tutti e io ho sempre spiegato a tutti di andare a chiedere dal Milan.  Se il Milan ha accettato un'offerta posso averci pensato, ma poi le cose sono cambiate ed io resto qua.  I miei compagni sono stati eccezionali, tutti hanno cercato di dirmi qualcosa, tanti messaggi, mi sono stati veramente vicini.  Non c' stato nessun momento in cui sono stato del Manchester City.  La nostra squadra punta sempre a vincere: vinceremo anche quest'anno.  Abbraccio tutte le persone, chiunque abbia mandato un messaggio per me: sono cose emozionanti che si possono capire solo dopo averle provate, grazie a tutti".

                                                                                                           Ricky Kak,  19 gennaio 2009

 

La notizia che molti non avrebbero mai voluto leggere arrivata ieri a tarda sera: Kak un giocatore del Real Madrid per i prossimi sei anni. Si conclude cos la carriera in rossonero di uno dei pi grandi stranieri che il Milan abbia mai avuto. Arrivato nel finire dell'estate 2003 ha subito dimostrato le sue doti da autentico fuoriclasse, 95 goal in maglia rossonera, Pallone d'Oro 2007 ed unico grande trascinatore in campo. Si distinto anche per le sue doti umane oltre che come calciatore, amato dai giovani e rispettato dagli avversari. Dispiace che il suo addio non sia avvenuto per una sua scelta ma per esigenze economiche del Milan. Grazie di tutto Ricky, porteremo sempre nel nostro cuore tutto quello che hai fatto per i nostri colori e l'amore che hai sempre dimostrato verso noi tifosi. Per l'ultima volta urliamo tutti insieme "siam venuti fin qua per vedere segnare Kak...".

giugno 2009

 

2 settembre 2013: A.C. Milan comunica di aver acquisito a titolo definitivo da Real Madrid C.F. le prestazioni sportive di Kak.

Ecco le prime dichiarazione rilasciate a "Milan Channel" subito dopo l'arrivo a Milano:
"Sono passati quattro anni, ora ritorno. Da quindici giorni pensavo si potesse verificare il mio ritorno, avevo capito che l'ideale per me sarebbe stato tornare al Milan. Io in questi ultimi giorni, sapendo che ero vicino al ritorno, sognavo di risentire il coro a me dedicato dai tifosi. Mario un grande campione, voglio fare bene con lui e spero di vivere tante gioie con Mario quante ne ho vissute con Pippo. Io ho tanta voglia di giocare, un anno speciale e importante per me perch arriva il mondiale, ma ora devo fare bene con il Milan, la mia squadra. Mi era dispiaciuto tantissimo lasciare il Milan, ma ora doppia la gioia di ritornare. Sono molto contento. Mi dispiace tantissimo per Claudio, abbiamo vissuto tantissimi momenti insieme. Lui giocava sempre con noi nelle trasferte, lui era scarso...e noi gli dicevamo tanto "Dai Claudio, dai Claudio"...".

Home page